logotype
image1 image2 image3
Webdesign

BODONI (Code: )

BODONI

In-4° (290x190 mm.), [1] c.; 50 pagine ciascuna delle quali è contornata da un’ elegante cornice tipografica. Legatura coeva in carta marmorizzata. Provenienza: Renato Rabaiotti (ex libris); Margaret Winkelman (ex libris). Ottimo esemplare, freschissimo, conservato in astuccio moderno in mezzo marocchino blu. Rara e preziosa edizione bodoniana ove compaiono iscrizioni in venti diverse lingue; può essere considerato un manuale tipografico di caratteri orientali. «L’opuscolo è di pp. 50 con contorno e numerazione nel mezzo: la prefazione del Bodoni occupa tre carte, seguono immediatamente le iscrizioni esotiche. Son venti caratteri orientali che egli dice di aver dedotto dai codici della Biblioteca Palatina, adiuvante naturalmente il suo protettore dotto e generoso, il p. Paolo Maria Paciaudi suo corregionario prefetto della Biblioteca Palatina da lui fondata e in via di rapido incremento. Le iscrizioni sono opera di Gian Bernardo De Rossi, anch’esso piemontese, che sarà per tutta la vita collaboratore prezioso, come il Paciaudi, del Bodoni in quella specie di rinascenza in formato minore che è il Secondo Settecento parmense. Nel pubblicare il lavoro Bodoni non nasconde la sua ambizione di fare della Stamperia Reale di Parma “l’unica di Europa”. Ormai con lui nemmeno può più competere la sua cara Propaganda Fide, cui non oblia di sciogliere il suo solito inno di gratitudine. Quanto presenta al lettore “è maggiore dell’invidia”. E volgendosi verso il futuro si impega a disegnare anche i caratteri: babilonico, epirotico, slavo, illirico, etiopico, ruteno, malabarico, bracmano… ». (Biblioteca Nazionale Braidense, Mostra Antologica di G. B. Bodoni, Milano 1973 p.27) «E’ il primo esempio che appare in Europa di una serie di caratteri esotici fusi a pezzi mobili…» (G. Giani, Catalogo delle autentiche edizioni bodonane, Milano 1948, p.16). Brooks 50.


Price: 10 000.00 EUR